Orion V7.80 | V7.95 AR

Trattori isodiametrici, reversibili, con articolazione centrale. 73 CV


Gli Orion V7.80 AR sono trattori specializzati nati per essere impiegati in spazi estremamente ristretti: colture a filari, vigneti, frutteti, serre e vivai oltre a tutti i lavori di manutenzione sia estiva che invernale tipici delle municipalità.

Grazie alle ruote isodiametriche e allo sterzo servoassistito agente sullo snodo centrale, gli Orion V7.80 AR hanno nell’agilità e nella manovrabilità le loro doti migliori.

La postazione di guida reversibile di serie consente di operare in maniera pratica e razionale sia con attrezzature trainate che frontali.

Gli Orion V7.80 montano un motore VM a 4 cilindri turbo ad iniezione diretta con masse controrotanti che sviluppa 73 CV di potenza.

La scelta di utilizzare un basso regime di giri, 2300 giri/min. è stata concepita per ridurre consumi, rumorosità e vibrazioni a tutto vantaggio del comfort.

L'EGR System posto all’interno del motore permette la riduzione delle emissioni di ossidi di azoto e dei consumi di carburante.

Informazioni aggiuntive

Motore

Modello Motore Potenza kW/CV Regime nominale (giri/min) N. cilindri Cilindrata (cm3) Aspirazione Coppia motrice max (Nm/giri.min)
V80 VM D754 TE3 53,7 / 73 2.300 4 2.970 Turbo 250 / 1.600
V95 VM D754 IE3 67 / 91 2.300 4 2.970 Turbo Intercooler 420 / 1.000

Trasmissione e cambio

La trasmissione degli Orion è allestita con telaio OS-Frame che conferisce numerosi vantaggi:

motore e frizione sono collegati da un solo albero di trasmissione che, attraverso un unico giunto cardanico centrale, trasmette il moto sia al cambio che alla PTO indipendente garantendo il massimo rendimento meccanico e maggiori angoli di sterzata, indispensabili nelle lavorazioni in spazi ristretti.

l'accoppiamento motore-trasmissione avviene tramite un volano di grande inerzia che, assieme allo smorzatore torsionale 'Long Travel', permette di ridurre le vibrazioni del motore a tutto vantaggio delle prestazioni e del maggiore comfort per l'operatore.

uno snodo centrale consente all'avantreno un'oscillazione fino a 15° rispetto al retrotreno stabilizzando l'assetto sui terreni declivi o sconnessi e garantendo la massima trazione delle quattro ruote sempre aderenti al terreno.


La frizione 'Long Life' è a dischi multipli in bagno d'olio con comando idraulico proporzionale che modula perfettamente innesti e disinnesti risultando decisamente più morbida delle tradizionali frizioni meccaniche a secco. 

I trattori Pasquali adottano questo tipo di frizione idraulica evoluta inserita all’interno della trasmissione al fine di ridurre lo sbalzo del motore e di conseguenza la lunghezza del mezzo. Una scelta tecnologica che si traduce in una serie di vantaggi concreti: maggiore durata, assenza di manutenzione e massima manovrabilità grazie alle dimensioni più compatte.

Il pedale di azionamento della frizione è dotato di un sistema a parallelogramma ad azione progressiva con recupero del gioco, brevettato e denominato Pro-Act System, che rende il movimento sul pedale più confortevole ed ergonomico.

Il cambio sincronizzato a 32 velocità (16 AV + 16 RM) con inversore sincronizzato permette di selezionare sempre la marcia giusta per l'impiego stabilito.

Gli assali sono dotati di riduttori epicicloidali per contenere al minimo il passo del trattore aumentandone la manovrabilità.

La trazione è a 4 ruote motrici con la possibilità di disinnestare la trazione anteriore attraverso un comando elettroidraulico.

Pto e idraulica

La presa di forza posteriore è indipendente dal cambio e sincronizzata con l'avanzamento. Inseribile mediante un comando elettroidraulico, ha un regime di 540/540E giri/min o, in opzione, di 540/100 giri/min. La frizione è a dischi multipli in bagno d'olio.

Il robusto sollevatore posteriore a martinetti (o in opzione a sforzo e posizione controllati) si affida ad attacchi polivalenti pratici e versatili per adattarsi in maniera semplice e veloce a tutte le attrezzature in commercio.

Come optional sono disponibili un puntone e tirante idraulico per la regolazione dell'attrezzo direttamente dal posto di guida, ed un prestante sollevatore anteriore, indispensabile per gli impieghi di attrezzature in combinata.

L'impianto idraulico è a doppio circuito con due pompe indipendenti e scambiatore di calore: la pompa in dotazione all'idroguida ha una portata di 28,5 l/min, così come quella dedicata al sollevatore e ai distributori. In opzione è disponibile un impianto maggiorato con pompa da 49 l/min.

Un joy stick a comando elettronico (opzionale) consente di comandare con un unico dispositivo sia l'impianto idraulico che il sollevatore posteriore.                                                                                                                                                                                                       

Sicurezza attiva e passiva

L'impianto frenante è costituito da quattro freni a dischi multipli in bagno d'olio supportati da un comando idrostatico che funge da ripartitore di frenata intervenendo in maniera costante e simultanea sulle quattro ruote quando si agisce sul pedale.

Esclusivo per la gamma Orion è il freno di stazionamento indipendente Brake-off che si inserisce automaticamente a motore spento. A macchina in moto invece si inserisce con un pratico pulsante posto sul cruscotto.

Il bloccaggio dei differenziali, anteriore e posteriore in simultanea o solo posteriore, è a comando elettroidraulico e consente al trattore di rimanere sempre in trazione.

Speciali roll-bar e cinture di sicurezza fissate al sedile proteggono l'operatore.

Postazione di guida

La postazione di guida degli Orion con piattaforma sospesa su silent block, è stata realizzata su misura per il conducente con tutti i comandi posti in maniera ergonomica e facilmente azionabili.

Dal sedile l'operatore gode di una visuale completa e senza ostacoli sia sulla macchina che sugli attrezzi. Il cruscotto con strumentazione digitale inoltre permette il totale controllo dello stato del mezzo.

Lo sterzo con guida idrostatica garantisce la massima manovrabilità e contenuti raggi di volta.

Gli Orion sono dotati di guida reversibile di serie: pochi secondi servono all'operatore per ruotare di 180° il modulo di guida composto da sedile, volante, cruscotto e pedali freni-frizione così da poter lavorare con l'attrezzatura posta frontalmente, vigilando costantemente e con estrema precisione sulle lavorazioni a tutto vantaggio del comfort e della sicurezza.

Cabine omologate

Disponibili con struttura standard o conica, studiata per impieghi in filari stretti siti in zone declive, le cabine degli Orion sono state studiate con estrema cura fin nei minimi particolari per garantire una piacevole vivibilità interna e non danneggiare l'ambiente ricco di vegetazione nel quale operano.

La struttura è montata su una piattaforma sospesa su silent block completamente indipendente dal telaio del trattore così da attutire rumori e vibrazioni.

La totale visibilità, sia con postazione di guida tradizionale sia retroversa, viene garantita dalle grandi aperture vetrate.